OBIETTIVO

L’obiettivo della fondazione si trova nell’articolo 2 del suo statuto:

La fondazione ha come scopo quello di dare maggiore notorietà all’interno dei Paesi Bassi all’opera del noto pittore del XIX secolo Cornelis Kruseman (1797-1857) e ai pittori che componevano la sua famiglia. Essa cerca di raggiungere tale scopo:

  • stimolando la ricerca scientifica, fra l’altro tramite l’assegnazione di premi di incoraggiamento per le tesi e gli elaborati;
  • assegnando mezzi per il restauro dei dipinti in primo luogo di Cornelis Kruseman ed eventualmente dei pittori che componevano la sua famiglia;
  • trovando a lungo termine un luogo adeguato per l’esposizione permanente delle opere acquisite in primo luogo di Cornelis Kruseman ed eventualmente dei pittori che componevano la sua famiglia;
  • acquisendo sussidi e donazioni per la realizzazione delle attività indicate sopra.

Il piano strategico è fondato su quattro elementi, vale a dire:

  • ricerca scientifica;
  • politica di acquisto dei disegni e dei dipinti;
  • restauro delle opere;
  • costituzione e mantenimento di una collezione pubblica.

Su richiesta verrà inviata la versione più recente del piano strategico.

STORIA

La signora Jozina Maria Cornelia Ising (19 luglio 1899-6 ottobre 1996), una discendente di Johannes Diederik Kruseman (16 marzo 1794-13 gennaio 1861), fratello di Cornelis Kruseman, il 26 gennaio 1971 donò allo Stato dei Paesi Bassi una serie di ritratti di famiglia dalla collezione privata. Si tratta delle seguenti opere:

  • un gande ritratto di gruppo di tre sorelle, figlie di Johannes Diederik Kruseman, dipinto da Cornelis Kruseman nel 1848
  • un ritratto di C.G.C.F. Ising, dipinto da Cornelis Kruseman
  • un ritratto che rappresenta Cornelis Kruseman dipinto a Roma da L.J. Brüls (1803-1882)
  • un ritratto silhouette di D. Ross, nonno delle tre sorelle Kruseman indicate in precedenza
  • un ritratto della signora J.M.C. Ising, originariamente attribuito a Willem Ising*

*In seguito a ricerche dell’allora Servizio reale delle belle arti il ritratto suddetto risulta essere stato dipinto da W. van Wulften Palthe.

Nell’estate del 1996 la signora Ising decise di costituire una fondazione a cui desiderava lasciare il suo patrimonio e che avrebbe avuto come scopo quello di dare maggiore notorietà all’opera di Cornelis Kruseman. Si consultò con lo Stato dei Paesi Bassi per assicurarsi che la proprietà dei ritratti da lei donati sarebbe passata alla nuova fondazione costituita. I dipinti che donò allo Stato dei Paesi Bassi nel frattempo si trovavano in cattivo stato e necessitavano chiaramente di un restauro. Lo Stato dei Paesi Bassi decise alla fine di concedere i ritratti in prestito di lunga durata alla fondazione. La signora Ising morì il 6 ottobre 1996.